ciao mondo

Eccoci! Finalmente sul web, finalmente con un blog. Siamo davvero felici di avere uno spazio per poter condividere la nostra opinione, le nostre esperienze e le nostre storie…

L’obiettivo è parlare di vino e di tutto ciò che in qualche modo è legato al suo mondo, contribuire alla conoscenza dei lettori sulla cultura del vino e far conoscere i produttori irpini che con il loro lavoro sono capaci di creare prodotti di assoluto pregio.

Parleremo da appassionati di degustazione di vino e non solo, dedicheremo speciali a viaggi nell’enoturismo, approfondiremo la storia delle cantine irpine, incontreremo personaggi del settore che ci racconteranno il loro punto di vista e ci concentreremo sulle curiosità, segreti e futuro del vino.

Infine vi coinvolgeremo con tutte le nostre iniziative, progetti, eventi e ce ne saranno davvero tanti e per tutti i gusti.

L’idea è quella di creare una nuova tipologia di enoteca, un centro di aggregazione culturale dove bere bene, dove conoscere i vini irpini, confrontarli con altre varietà creando momenti di discussione e confronto. Siamo sempre molto attenti all’aspetto internazionale ma alla fine “The Winner is…Always the Wine!”

L’ alcol del vino

Dopo l’acqua, l’alcol etilico è l’elemento più abbondante nel vino.

La “forza” di un vino, infatti, viene espressa tramite la misura del contenuto di etanolo, con la definizione di percentuale in volume “% in vol“, preceduta dal numero corrispondente, convenzionalmente adottata in ambito internazionale.

Vadiaperti

Ciò significa che siccome l’etanolo ha una densità di 0.79, un vino che contiene il 10% in vol contiene 79 g/L di etanolo. Il contenuto alcolico di un vino, in generale, è 100 g/L (12.6% vol), fino ad arrivare, eccezionalmente, a valori più alti di 136 g/L (16% vol).

Risultati immagini per alcol etilico formula chimica

Nel vino l’etanolo si forma, in maggior parte, durante la fermentazione alcolica degli  zuccheri. Servono, approssimativamente, 18 g/L di zucchero per produrre 1% di etanolo durante la fermentazione, quindi le uve devono contenere 180, 226, 288 g/L di zucchero per produrre vini con 10, 12.6, 16% di etanolo in volume.

L’ultimo valore (16%in vol) è considerato il quantitativo massimo di etanolo con il quale i lieviti riescono a sopravvivere. Alcuni vini possiedono valori più alti di alcol, ma tale risultato è stato ottenuto con l’addizione di etanolo.

Molti consumatori danno grande importanza al contenuto di alcol come fattore di qualità di un vino. Molti paesi richiedono che la gradazione alcolica venga mostrata in etichetta, come in Italia. In molti casi il prezzo di un vino viene deciso in base al contenuto alcolico. E’ comunque vero che esiste una relazione positiva tra il contenuto alcolico e il carattere di un vino.

Nei climi temperati, la quantità di alcol che naturalmente ritroviamo nel vino, dipende direttamente dal grado di maturazione dell’uva. I vini presentano alti livelli di alcol solo nelle annate con un clima particolarmente vantaggioso, e se le condizioni in vigna e l’esposizione al sole sono favorevoli. Ottime annate sono considerate quelle che producono vini con un alto contenuto alcolico.

Risultati immagini per climi temperati italia

Però è eccessivo considerare l’alcol come unico fattore di qualità di un vino. Ci sono ottimi vini, con un contenuto alcolico del 10% vol; mentre casomai troviamo vini con un alto contenuto alcolico che sono troppo forti, anonimi e non attraenti!

 

Fonti:

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/09/05/quanti-gradi-nel-mio-vino-con-quiz/

www.focus.it/scienza/scienze/cosa-indica-il-volume-alcolico-nei-liquori

Andiamo al Vinitaly 2017

Appuntamento dall’8 al 10 aprile per vivere la fiera del vino più importante d’Italia.

In occasione della 51esima edizione del Vinitaly, il Wine Fredane organizza un pullman per raggiungere la città di Verona e partecipare alla più grande manifestazione dedicata al mondo del vino. L’iniziativa è rivolta a professionisti del settori, amanti del vino, sommelier e semplici curiosi, che vogliono regalarsi un weekend di “full immersion” nel mondo del vino a livello internazionale.

Un’occasione davvero unica per scoprire nuove realtà vitivinicole, per confrontare regioni lontane, per conoscere i protagonisti, per saperne un po’ in più.

Quest’anno siamo pronti a regalarvi alcune novità: innanzitutto ci sarà una guida esperta che ci farà scoprire scorci e vicoletti nuovi ma anche i classici luoghi da visitare della città di Verona, inoltre il biglietto per entrare in fiera è incluso nella nostra proposta.

Locandina - andiamo al vinitaly 2017

Tra le conferme invece ci saranno sia la cena in un noto ristorante al centro di Verona sia la struttura dove alloggeremo situata a Marciaga di Costermano.

L'immagine può contenere: cielo, spazio all'aperto e natura

Ecco quindi la nostra proposta:

PROGRAMMA
Sabato 8 Aprile
Partenza ore 7.30 Piazza d’Armi, Avellino/Capodichino (Napoli);
– ore 16:00 arrivo previsto nella struttura Residence San Michele (appartamenti da 3/4 e da 2 persone, disposti su di una splendida terrazza con vista sul lago di Garda e provvisti di cucina, soggiorno e camera da letto);
– Cena con i produttori in un noto ristorante di Verona (*su prenotazione)/serata in centro a Verona con concerti e punti degustazione.

Domenica 9 Aprile
Giornata al Vinitaly (ore 9.30 partenza per la fiera – ore 18.30 rientro in struttura).

Lunedì 10 Aprile
– ore 9.30 partenza per la fiera / visita città di Verona con guida;
– ore 17.00 partenza per Avellino;
– Arrivo in tarda serata.

Contributo per appartamento da 4: 170 euro a persona

Contributo per appartamento da 2: 200 euro a persona

E’ incluso: viaggio a/r Avellino-Verona, tutti gli spostamenti dalla struttura alla fiera/città di Verona, pernottamento in appartamento con vista sul Lago di Garda, biglietto per entrare in fiera, visita guidata della città di Verona.

DSCN0090

Per maggiori info e per prenotare contattaci:
email: winefredane@gmail.com
cell: 3209327558

Get in touch with us

Yay! Message sent.

Error! Please validate your fields.